Servizi aziendali e
Consulenza art. 22

Coopattiva si propone come consulente per le imprese che hanno l’obbligo derivante dal collocamento mirato delle persone con disabilità.

La nuova convenzione di inserimento lavorativo in cooperative sociali (ex art. 22 L.R. 17/05) prevede la copertura fino al 30% della quota di riserva tramite affidamento di commesse di lavoro a cooperative di tipo B, le quali assumono lavoratori con disabilità in base al numero delle unità coperte dall’azienda committente.

Cosa possiamo fare per te
  • Analisi processi aziendali e servizi in outsourcing
  • Valutazione economica e di sostenibilità
  • Proposta di convenzione
  • Copertura Obbligo legge 68
  • Assunzione del lavoratore da parte della cooperativa
Come funziona

Le principali novità della nuova Convenzione quadro regionale riguardano due aspetti: entità della commessa e categorie di disabilità ammissibili.

Entità della commessa
Pur nell’intento di promuovere commesse il cui valore corrisponda ad un’assunzione a tempo pieno, si stabilisce che le aziende coprano l’obbligo di assunzione relativo ad ogni unità purché il valore della commessa corrisponda almeno al costo di una assunzione part-time superiore alla metà dell’orario previsto dal CCNL dell’azienda committente, maggiorato del 20%. Parimenti la cooperativa sociale sarà tenuta ad assumere per un monte ore proporzionale, riferito al proprio CCNL.

Categorie di disabilità ammissibili
Diversamente rispetto al passato, sono ammessi all’inserimento tramite convenzione ex art. 22 esclusivamente i disabili psichici, intellettivi o in stato di gravità certificata ai sensi della L. 104/92.

Servizi proposti

I servizi proposti sono stati studiati e progettati con il cliente in relazione alle specifiche esigenze e alla maggior efficacia dell’intervento. Ad oggi i servizi esternalizzati svolti grazie a Coopattiva sono:

  • Lavorazioni conto terzi in ambito meccanico, gomma plastica, ceramica svolte presso la nostra sede o presso il cliente stesso con squadre di lavoro specializzate
  • Servizi amministrativi in azienda o da remoto
  • Gestione di magazzino
  • Servizi di pulizie
  • Lavorazioni presso la sede del cliente
  • Servizi di dematerializzazione documentale e gestione archivi.

Tutte queste attività prevedono l’inserimento di un lavoratore con disabilità come previsto dalla normativa ma supportato da un diversity manager con competenze adeguate.

Contattaci senza impegno per un preventivo